Maltagliati coi piselli

Minestra di maltagliati coi piselli

In una realtà , come quella contadina di una volta, in cui la minestra in brodo compariva in tavola un giorno sì e uno no, d’estate si cucinava molto spesso aggiungendo i piselli freschi.
Al posto del brodo di carne, in una pentola si faceva un soffritto con la cipolla tritata, pancetta o prosciutto, in poco olio, si aggiungeva acqua e conserva e vi si facevano cuocere i piselli.
Intanto si era fatta una sfoglia, preferibilmente con le uova, che si era tagliata a rombi irregolari, chiamati appunto maltagliati.
Quando i piselli erano cotti si versavano nel brodo i maltagliati e si cuocevano pochi minuti, poi si scodellava la minestra nei piatti e spesso vi si aggiungevano dei pezzi di pane raffermo, che si gonfiavano insaporendosi e rinforzavano la pietanza, tanto più che poi non sempre c’era una seconda portata…!
quadrucci_piselli-1024x682

G

Clicca qui per ritornare alla sezione: La romagna a tavola

la romagna a tavola